LIBERI DI RIPARTIRE INSIEME

Economia, impresa, lavoro e innovazione

La situazione di partenza

Abbiamo avviato la battaglia per ottenere le infrastrutture di viabilità essenziali per il nostro territorio e la cui esecuzione sarebbe un formidabile volano per il nostro sviluppo.
È fondamentale che Vigevano, dal punto di vista infrastrutturale, conquisti un collegamento funzionale ed efficiente all’area milanese che, non solo dal punto di vista economico, rimane il nostro principale punto di riferimento.
Tutte le difficoltà legate al procedimento di approvazione della superstrada sono state espletate ed ad oggi siamo in attesa della pubblicazione del Bando per l’esecuzione dei lavori da parte di Anas. Sappiamo che il Governo Pd-M5s non vede di buon occhio questo progetto; tuttavia Associazioni di Categoria e la stragrande maggioranza degli abitanti della tratta aspettano questa infrastruttura per il rilancio economico del territorio.

Abbiamo investito tempo e risorse in questi anni per rendere la nostra città più moderna ed efficiente anche sotto il profilo delle infrastrutture tecnologiche.
È necessario capitalizzare al meglio questo grande patrimonio realizzato grazie al nostro progetto Smart City e agli investimenti che siamo stati capaci di far confluire nella nostra città da parte di Telecom Italia.
Grazie a queste azioni oggi la copertura del Comune di Vigevano è pari al 98% per una velocità fino a 100M e l’80% del Comune dispone anche della copertura eVDSL con velocità di picco a 200M, oltre a più di 50km di fibra ottica di proprietà di ASM Holding.
Il potenziamento della rete tecnologica ha consentito fino ad oggi di offrire nuovi servizi rivolti ai residenti (Wi-Fi cittadino, video-sorveglianza, instradamento parcheggi). Il passo successivo è quello di utilizzare queste risorse per creare un’offerta di servizi tecnologici avanzati dedicati alle imprese.

L’Amministrazione Comunale in questi anni ha già previsto alcuni contenuti presenti nella legge di Regione Lombardia relativa alla rigenerazione urbana: abbiamo infatti già identificato con precisione nel PGT le aree dismesse, attribuendo loro criteri premianti per gli interventi di recupero. Oggi siamo pronti per utilizzare i nuovi strumenti che la legge regionale mette a disposizione per rendere ancora più efficace il percorso già intrapreso.
Più nel dettaglio, la legge di Regione Lombardia l.r. 18/2019 ha come obiettivo rendere più convenienti gli interventi di rigenerazione urbana, territoriale e di recupero del patrimonio edilizio esistente, completando la strategia regionale per la riduzione del consumo di suolo: punta a promuovere gli interventi di messa in sicurezza, il recupero e l’efficientamento degli edifici, con particolare attenzione a quelli abbandonati, per riqualificare le aree dismesse e riconnetterle con il territorio circostante.
I Comuni avranno ora un ruolo chiave nella sua applicazione inserendo i progetti di recupero in appositi piani annuali. Il privato che non dovesse procedere nei tempi stabiliti a fronte di un progetto di rigenerazione che risolva problemi di sicurezza o di degrado, al fine di far prevalere l’interesse pubblico, potrà essere soggetto a forti azioni penalizzanti.

Oggi inoltre abbiamo la grande possibilità di accedere alle risorse del Recovery Fund europeo, e Vigevano può quindi candidarsi come città-laboratorio per sperimentare una nuova sintesi urbana di “Digital & Green”, puntando sulla creazione e valorizzazione delle infrastrutture di rete e dei processi orientati alla sostenibilità ambientale per migliorare l’efficienza economica e consentire lo sviluppo sociale, culturale e urbano. Essere una città digitale e sostenibile, intelligente e aperta, vuol dire saper sfruttare le opportunità che le tecnologie offrono per aumentare l’attrattività, l’interoperabilità, l’inclusione sociale e la competitività di un territorio.

Il ruolo che l’Amministrazione Comunale ha il dovere di rivestire è di porsi nei confronti delle imprese come facilitatore, abbattendo i vincoli, la burocrazia e velocizzando le procedure fin dove le norme lo consentono, garantendo la velocità dei processi e delle risposte e cogliendo tutte le opportunità che sono state e saranno messe in campo sia a livello regionale che governativo.

Turismo, Cultura ed Eventi

La situazione di partenza

Abbiamo una delle piazze più belle del mondo, siamo adagiati in riva ad un parco fluviale, il Parco del Ticino, di straordinaria attrattività, siamo situati in un territorio pianeggiante ricco di pievi, cascine, coltivazioni, monasteri e castelli attraversato dalla via Francigena, connotato e unito dall’antica appartenenza al Ducato di Milano.

Il completamento del nuovo ponte sul Ticino porterà anche il l’inaugurazione della Ciclabile Traccia Azzurra che collegherà Vigevano con l’abbiatense e da lì si intreccerà con la fitta rete di percorsi cicloturistici preesistenti.

Tra il patrimonio museale è di particolare spicco il Museo della Calzatura che è l’unico museo dedicato alla scarpa di proprietà pubblica in Italia, per il quale è stato avviato un progetto, già in fase esplorativa, che si prefigge di creare un’opportunità di rilancio per il Distretto Calzaturiero e Meccano Calzaturiero e per l’immagine di Vigevano come città della “cultura della scarpa”, proiettando la tradizione in un’ottica contemporanea. Sono stati già avviati contatti con società leader nel settore di riqualificazione culturale.

Il Teatro Cagnoni rappresenta un importante polo culturale, e possiamo vantare inoltre due appuntamenti annuali di grande interesse culturale che richiamano pubblico da fuori porta: la Rassegna Letteraria e il Festival delle Trasformazioni.
Negli ultimi anni Vigevano ha partecipato con Regione Lombardia alle più prestigiose fiere internazionali del turismo, facendo conoscere ai vari operatori del settore le bellezze del nostro territorio. Per questa ragione nel 2019 tutti ricordiamo i molti gruppi di visitatori esteri che si sono recati a visitare la nostra Città.

Abbiamo recentemente aderito al progetto “Castelli dell’Antico Ducato di Milano: viaggiare a pelo d’acqua” promosso dal Comune di Cusago in collaborazione con il Comune di Abbiategrasso, Vigevano, Bereguardo, Pavia, Binasco, Trezzano sul Naviglio e con il supporto del Consorzio dei Navigli e del Politecnico di Milano che si propone di creare una rete di promozione e valorizzazione del territorio che ha come assi portanti i Castelli ed i Navigli: il Naviglio Grande, il Naviglio Pavese e il Naviglio di Bereguardo e il Fiume Ticino.

Abbiamo soprattutto già superato la prima selezione per la candidatura di Vigevano a Capitale Italiana della Cultura 2022, entro il 12 ottobre la commissione di valutazione definirà la short list delle 10 città finaliste e la procedura di valutazione si concluderà entro il 12 novembre. La determinazione a perseguire questo cammino ci porterà certamente, al di là dell’ottenimento del riconoscimento ufficiale, a divenire una città di riferimento per la cultura lombarda e italiana.
Abbiamo quindi seminato bene e ora occorre fare un ulteriore salto di qualità.

Liberi di vivere bene la nostra città

Abbiamo imparato quanto sia importante la qualità della vita: Vigevano ha tutte le carte in regola per porsi in alternativa a Milano come luogo di residenza e di lavoro, anche in considerazione della competitività dell’offerta di acquisto e affitto degli spazi abitativi.

La situazione di partenza

Le dimensioni della città a misura di famiglia, la presenza urbana di strutture sanitarie d’eccellenza e il facile accesso a poli ospedalieri nelle immediate vicinanze, un’articolata offerta scolastica, l’adiacenza del Parco del Ticino, il centro storico, le occasioni di partecipazione e socialità, l’offerta culturale, gli impianti sportivi. Questa offerta così varia e aggregata è il nostro tratto distintivo di cui siamo diventati ancor più consapevoli in questi mesi difficili che hanno accelerato un ripensamento dei modelli di vita e di lavoro.

Vigevano può vantare inoltre una formidabile e straordinariamente attiva rete associazionistica che copre gli ambiti del volontariato, della cultura e dello sport.

Il cuore della nostra città offre spazi di grande pregio che sono utilizzati per ospitare eventi e mostre.
Dobbiamo lavorare per valorizzare sempre di più questo patrimonio straordinario. Il “vivere bene la nostra città” non può essere disgiunto dallo sviluppo di due importanti linee di indirizzo: “Cura della città” e “Cura delle persone”.

Cura della Città

Azioni per la ripartenza per la cura dell’ambiente

Azioni per la ripartenza per la cura dell’ambiente

Potenziamento e ripianificazione della cura del verde e dell’arredo urbano. Oltre alla riorganizzazione delle azioni che sono di diretta responsabilità dell’Amministrazione Comunale, puntiamo a coinvolgere in questa progettualità le associazioni incentivando le azioni...

Azioni per la ripartenza territorio e urbanistica

Azioni per la ripartenza territorio e urbanistica

Revisione dello strumento urbanistico per consentire a tutti i cittadini di essere ascoltati rispetto a nuove esigenze che possono essere emerse nel tempo che è intercorso dall’ultima variante generale di PGT. Possibilità di dialogo con l’Amministrazione in merito ad...

Azioni per la ripartenza Mobilità Smart

Azioni per la ripartenza Mobilità Smart

Implementazione dei varchi ZTL e approvazione del nuovo regolamento rivolto all’accesso veicolare al nostro centro storico. Completamento della revisione del piano urbano del traffico ed elaborazione puntuale di un piano parcheggi adeguato che permetta la valutazione...

Cura delle Persone

Azioni per la ripartenza delle famiglie

Azioni per la ripartenza delle famiglie

La famiglia, oltre ad essere l’elemento sociale fondante della nostra società e fiducia nel futuro, può essere anche un potente elemento di stimolo per per la ripresa dei consumi e per la ripartenza economica della nostra città e del nostro Paese. Mantenimento delle...

Azioni per la ripartenza dei giovani

Azioni per la ripartenza dei giovani

Le giovani generazioni sono forse quelle che hanno sofferto di più questo periodo di lockdown e di isolamento, anche se spesso, tranne qualche eccezione, sono quelli che hanno rispettato di più le restrizioni imposte. Crediamo che per questa ragione vada riservata...

Azioni per la ripartenza per animali da affezione

Azioni per la ripartenza per animali da affezione

In questi ultimi anni si è prestata particolare attenzione ai nostri amici a quattro zampe, che costituiscono oggi un elemento importante per la nostra società e per le nostre famiglie. Il passo più importante è stato certamente l’approvazione del progetto per il...

Liberi di pianificare il nostro futuro

Visione strategica per i grandi contenitori

Liberi di vivere sicuri nella nostra città

La situazione di partenza

Abbiamo investito risorse e competenze nella sicurezza urbana, ottenendo ottimi risultati anche attraverso l’implementazione di tecnologie d’avanguardia.

Abbiamo ormai praticamente posizionato tutte le telecamere di sicurezza previste dal progetto Smart City.

Sono già attivi alcuni portali per la lettura delle targhe posizionati nelle principali direttrici di ingresso e di uscita della nostra città, e stiamo terminando i lavori per controllare tutti gli accessi rimanenti.

Sono già stati posizionati i pali per l’installazione dei varchi di accesso alla zona ZTL permanente e festiva e sono state già ottenute tutte le autorizzazioni ministeriali richieste. Resta solo da modificare e approvare il nuovo regolamento di regolamentazione all’area ZTL, posizionare le telecamere e “accendere” il sistema.

È stata attivata in Piazza S. Ambrogio la prima area di parcheggio “smart” con indicazione dinamica dei posti disponibili per la sosta mediante segnalazioni con cartelli luminosi ed app dedicata. Il progetto prevede l’estensione graduale di queste aree di parcheggio anche nel resto della città.

È praticamente terminata la sostituzione di tutti gli impianti di illuminazione pubblica al fine di ottenere non solo un risparmio energetico, ma di rendere più illuminata e sicura la nostra città.

È stato realizzato un dettagliato studio di fattibilità per la realizzazione di una Cittadella della Sicurezza, in collaborazione con la Prefettura di Pavia, in zona Brughiera, che ha l’obiettivo di realizzare una struttura in grado di ospitare tutte le caserme delle Forze dell’Ordine presenti in città in una medesima area.

Azioni per la ripartenza in sicurezza

Azioni per la ripartenza in sicurezza

Prosecuzione del potenziamento e ampliamento del sistema di videosorveglianza cittadino con nuove telecamere, offrendo anche la possibilità di collegare sistemi di video-sorveglianza privati di interesse pubblico, per arrivare a coprire praticamente tutte le aree...

Contattaci